Radiografia e Mammografia

La radiologia convenzionale RX il primo livello diagnostico, nonch la metodica pi conosciuta per eseguire indagini cliniche su vari apparati. Tac Centro Vomero Srl un centro diagnostico specializzato in esami radiologici ed ecografici.

 

Radiografia

La radiologia convenzionale (RX) è il primo livello diagnostico, nonché la metodica più conosciuta per eseguire indagini cliniche su vari apparati. Essa si basa sull'interazione di un fascio di fotoni (raggi X), diretti da una sorgente a un recettore. Gli atomi di tale corpo interferente impediscono al fotone di raggiungere il recettore, che quindi riprodurrà un'immagine fedele del corpo in negativo. Tradizionalmente il recettore è costituito da una pellicola simile a quella fotografica, soggetta a processi di sviluppo e fissaggio; attualmente nei sistemi di radiologia computerizzata (CR) il recettore è costituito da una piastra di detettori elettronici, il cui segnale viene elaborato da un computer, che ricostruisce l'immagine ed eventualmente la invia in stampa su una pellicola di aspetto simile a quella radiografica tradizionale. I vantaggi della radiografia computerizzata sono costituiti dalla minore esposizione del paziente alle radiazioni ionizzanti e dall'eliminazione dei prodotti chimici di sviluppo e fissaggio, altamente inquinanti.

Durata 5 minuti. Medici refertanti: Dott. Mario Chef, Dott. Giorgio M. Chef e Dott. Giuseppe Orta.
La Diagnostica Radiografica Domiciliare è disponibile per pazienti il cui trasporto presso una struttura sanitaria
risulterebbe troppo complesso.
LEGGI LA PREPARAZIONE PER ESAMI CLISMA OPACO A.D.C

Mammografia

La mammografia è un esame diagnostico radiologico che, utilizzando raggi X, consente uno studio molto accurato delle mammelle. La mammografia è l'esame più importante per la diagnosi del carcinoma della mammella. Quest'indagine viene raccomandata sia nei casi in cui si sospetti un cancro al seno, sia come esame preventivo per una diagnosi precoce dello stesso. Infatti, secondo il National Cancer Institute americano (uno dei più prestigiosi enti per lo studio e la cura dei tumori), tutte le donne dopo i 40 anni di età dovrebbero sottoporsi periodicamente a un controllo mammografico: ogni due anni fino a 50 anni, e annualmente dai 50 anni in poi, in quanto il rischio di un cancro al seno supera di gran lunga i potenziali danni derivanti dalla dose di radiazioni cui ci si espone. La corretta informazione ed educazione alla diagnosi precoce si è tradotta in un aumento delle probabilità di sopravvivenza. Oggi, affermano gli esperti della Mount Sinai School of Medicine di New York, una donna colpita da carcinoma invasivo ha il 39% di probabilità in più di sopravvivere di quanto avrebbe avuto negli anni '80. Non vengono somministrati farmaci e non vengono utilizzati mezzi di contrasto; l'esame non comporta disagi e consiste nella ripresa diretta del seno effettuata in varie proiezioni per ogni mammella (cranio-caudale ed obliqua medio-laterale). È consigliabile eseguire la mammografia una settimana dopo le mestruazioni, quando le mammelle non sono gonfie, né dolenti. È importante astenersi dall'applicare deodoranti, polveri, creme e soprattutto talco o altre sostanze sul seno o alle ascelle nelle ore precedenti l'esame, perché questo potrebbe falsare il risultato della mammografia. È indispensabile recare con sé tutti gli esami effettuati in precedenza.

Durata 10 minuti. Medici refertanti: Dott. Giuseppe Orta.

Mammografia Digitale Diretta

La mammografia digitale è un esame diagnostico radiologico che consente l'elaborazione di immagini mammografiche, ottenendo una valutazione più accurata delle stesse con riduzione della dose di radiazioni assorbite. La mammografia  digitale è l'esame più importante per la diagnosi del carcinoma della mammella. quest'indagine viene raccomandata sia nei casi in cui si sospetti un cancro al seno, sia come esame preventivo per una diagnosi precoce dello stesso. Infatti, secondo il National Cancer Institute americano (uno dei più prestigiosi enti per lo studio e la cura dei tumori), tutte le donne dopo i 40 anni di età dovrebbero sottoporsi periodicamente a un controllo mammografico: ogni due anni fino a 50 anni, e annualmente dai 50 anni in poi, in quanto il rischio di un cancro al seno supera di gran lunga i potenziali danni derivanti dalla dose di radiazioni cui ci si espone. La corretta informazione ed educazione alla diagnosi precoce si è tradotta in un aumento delle probabilità di sopravvivenza. Oggi, affermano gli esperti della Mount Sinai School of Medicine di New York, una donna colpita da carcinoma invasivo ha il 39% di probabilità in più di sopravvivere di quanto avrebbe avuto negli anni '80. Non vengono somministrati farmaci e non vengono utilizzati mezzi di contrasto; l'esame non comporta disagi e consiste nella ripresa diretta del seno effettuata in varie proiezioni per ogni mammella (cranio-caudale ed obliqua medio-laterale). È consigliabile eseguire la mammografia una settimana dopo le mestruazioni, quando le mammelle non sono gonfie, né dolenti. È importante astenersi dall'applicare deodoranti, polveri, creme e soprattutto talco o altre sostanze sul seno o alle ascelle nelle ore precedenti l'esame, perché questo potrebbe falsare il risultato della mammografia. È indispensabile recare con sé tutti gli esami effettuati in precedenza. Presso il nostro centro è possibile effettuare la tomo hd che consente di acquisire una immagine in 3d ad alta definizione offrendo numerosi vantaggi quali una più immediata identificazione delle lesioni con aumento della sensibilità e della specificità dell'esame diagnostico, con riduzione della dose assorbita.

Durata 10 minuti. Medici refertanti: Dott. Giuseppe Orta.

Ortopantomografia

L'ortopantomografia (nota anche come ortopantomogramma o radiografia panoramica delle arcate dentarie) è una tecnica radiografica che fornisce un'immagine dei denti, delle arcate dentarie, delle ossa mandibolari e mascellari, dei seni mascellari su un'unica pellicola radiografica. L'esame permette inoltre di eseguire delle specifiche radiografie delle articolazioni temporo mandibolari, vale a dire di quelle strutture con cui la mandibola entra in articolazione con l'osso temporale permettendo i movimenti di apertura e di chiusura della bocca.
Al soggetto sottoposto alla ortopantomografia viene richiesto di mordere una spatola plastica, in modo che tutti i denti, specialmente le corone, possano essere visualizzati individualmente.
Il processo di ortopantomografia richiede all'incirca un minuto.

Durata 5 minuti. Medici refertanti: Dott. Mario Chef, Dott. Giorgio M. Chef e Dott. Giuseppe Orta.

Radiografia e Mammografia  nacional radiologia jun legnago radiologia
Radiografia e Mammografia  nacional radiologia jun legnago radiologia
Radiografia e Mammografia  nacional radiologia jun legnago radiologia

© 2014 Copyright Tac Centro Vomero S.r.l.

|

P.I. 06722560635

Privacy Policy

|

Designed by

Basil Design

|

Powered by

Targnet
Accedi
Software Gestionale per Tac Centro Vomero by Basil Design v. b6.01 time: 0.77 size: 43396 visits: 020928